× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto
  • Diete personalizzate
  • Consigli per dimagrire correttamente
  • Alimentazione per la salute e il benessere
  • Bellezza e peso forma

L'obesità infantile

Come prevenirla

25/08/2014

L’obesità infantile sta diventando sempre di più un problema diffuso.

Televisione, computer, giochi elettronici portano i ragazzi ad una vita sedentaria, e questo è uno tra i principali motivi di sovrappeso. Se teniamo conto che merendine, fast food, pizze e tramezzini la fanno da padrone nell’alimentazione di molti ragazzi ci rendiamo conto del motivo per cui l’obesità infantile è un fenomeno preoccupante.

E’ importante il ruolo che la famiglia gioca in questi casi, spesso i genitori, i nonni temono che i loro figli non si nutrano a sufficienza e così li abituano a mangiare in modo scorretto.

E’ fondamentale invece insegnare ai bambini e agli adolescenti le basi di una corretta alimentazione che permetterà loro di crescere in forma e soprattutto sani!

Fra gli errori ricorrenti nell’alimentazione dei ragazzi in età scolare troviamo che molti di loro non fanno la prima colazione, pasto al contrario fondamentale per iniziare al meglio la giornata, tanti ragazzini non consumano quantità adeguate di frutta e verdura, fanno spesso merenda con prodotti confezionati, patatine, assumono bibite zuccherate.

Per i bambini e i ragazzi è importante fare, oltre ai tre pasti principali, due spuntini che consentono di distribuire in modo più omogeneo le calorie necessarie. Gli spuntini devono però essere tali, non devono cioè essere troppo ricchi, altrimenti rischiano di compromettere l’appetito al pasto successivo. Dobbiamo assicurare ai nostri ragazzi un giusto apporto di proteine, sali minerali e più la dieta è varia più difficilmente incapperemo in qualche carenza di nutrienti.

Un’alimentazione corretta durante l’infanzia e l’adolescenza aiuta a prevenire nell’età adulta le malattie cronico-degenerative tipiche dei nostri tempi.

Facciamo in modo che i nostri figli si abituino a mangiare di tutto, masticando bene e dedicando al pasto tutto il tempo che occorre, non li facciamo eccedere nel consumo di carne e di alimenti ricchi in grassi saturi, così come nel consumo di zuccheri, sale e bevande gassate.

Facciamo diventare un’abitudine quotidiana un po’ di moto all’aria aperta (camminare, giocare), oltre all’eventuale sport che praticano durante la settimana.

L’adolescenza
è un periodo delicato per i ragazzi, la crescita è rapida, quindi il fabbisogno di energia e di nutrienti è alto, aumenta soprattutto il fabbisogno di proteine, ferro, calcio, vitamina A, C ,D. Nelle ragazze occorre prestare particolare attenzione al fabbisogno di ferro e di calcio, infatti poco ferro può portare ad un’anemia e poco calcio può predisporre all’osteoporosi in età matura. E’ importante consumare:

  • latte e latticini, in quanto questi alimenti sono un’ottima fonte di calcio.
  • carne o pesce, che sono ricchi di ferro
  • ogni giorno frutta e verdura
  • legumi, ottima fonte di fibre
  • evitare fast-food spesso ipercalorici e ricchi di grassi

Torna Indietro