• Diete personalizzate
  • Consigli per dimagrire correttamente
  • Alimentazione per la salute e il benessere
  • Bellezza e peso forma

L’acqua

sorgente di benessere e alleato importante in tante situazioni

13/06/2019

Un giusto apporto di liquidi è essenziale per mantenere il nostro organismo in forma.
Basti pensare che l’acqua costituisce circa il 50% del peso corporeo di una donna e il 60% del peso di un uomo, mentre nel neonato arriva al 75 %, nell’anziano invece diminuisce.


L’acqua interviene in tanti processi biologici, regola, ad esempio, la temperatura corporea, favorisce la digestione, è il diluente di varie sostanze chimiche che circolano nel nostro organismo (glucosio, minerali, vitamine idrosolubili). La disidratazione è la condizione in cui la quantità di acqua è troppo poca. E’ una situazione molto pericolosa per la nostra salute, infatti, quando l’acqua corporea diminuisce, si blocca la sudorazione per risparmiare la poca acqua a disposizione, ma questo provoca un aumento della temperatura corporea (fino ad arrivare in casi estremi al colpo di calore), inoltre il sangue non circola bene e il cuore di conseguenza si affatica. Possiamo incappare nella disidratazione per vari motivi, un’esposizione prolungata ad un clima secco e ventilato, ma anche le basse temperature stimolano l’eliminazione dell’acqua con le urine. Possiamo perdere liquidi in seguito ad un esercizio fisico intenso e prolungato o per altri motivi (diarrea, vomito). Attraverso l’acqua eliminiamo le scorie, manteniamo idratate la pelle e le mucose.


Con il giusto apporto di acqua anche il nostro intestino funziona bene. Per mantenere in equilibrio il bilancio tra entrate e uscite di acqua, dobbiamo introdurre mediamente 1,5/2 litri di acqua al giorno. Cerchiamo di bere sempre quando abbiamo sete se possibile beviamo anche se non sentiamo lo stimolo della sete. E’ opportuno bere frequentemente e piccole quantità. Se l’acqua è fredda, beviamo lentamente, per evitare congestioni dovute al repentino calo di temperatura dello stomaco. Gli anziani e i bambini, che sono più soggetti alla disidratazione, devono bere frequentemente durante la giornata. Proponiamo spesso al nostro bambino l’acqua.
L’acqua è contenuta anche negli alimenti, in quantità variabile. I cibi più ricchi sono la frutta, la verdura, il latte. Evitiamo bevande gassate o bibite zuccherine, che apportano tanti zuccheri inutili e che non levano la sete.


Se facciamo attività fisica, beviamo per reintegrare i liquidi persi.L’acqua ci aiuta anche in caso di dieta dimagrante, ci aiuta a drenare, non contiene calorie!
Al contrario di quello che pensano molte persone, bere molta acqua non provoca ritenzione idrica, anzi!


Un altro falso mito è quello che durante i pasti non si deve bere, invece un paio di bicchieri di acqua favoriscono la digestione , ci regalano un bel senso di sazietà, soprattutto se ingeriti insieme alla verdura, che è ricca di fibra idroslubile (cioè che assorbe acqua).
L’acqua ricca di calcio costituisce una valida integrazione per le persone intolleranti al lattosio (lo zucchero del latte) che non possono assumere latte e latticini, perché il calcio contenuto nell’acqua viene assorbito dal nostro organismo. Anche le persone che soffrono di calcolosi renale non devono temere il calcio contenuto nell’acqua, addirittura è stato dimostrato che le acque calciche possono essere un fattore protettivo. L’acqua gassata non fa ingrassare, può però dare un po' di gonfiore intestinale, per questo è sconsigliata a chi soffre di disturbi gastrici o intestinali.


Quindi approfittiamo di questo tesoro che abbiamo a disposizione e ne guadagneremo in benessere!

Torna Indietro