• Diete personalizzate
  • Consigli per dimagrire correttamente
  • Alimentazione per la salute e il benessere
  • Bellezza e peso forma

Analisi corporea

Analisi della composizione corporea tramite Bioimpedenziometro

13/06/2019

Spesso siamo ossessionati dal verdetto della bilancia, in realtà per stabilire se siamo o no in un range di peso corretto, dobbiamo fare un’analisi della composizione corporea tramite un bioimpedenziometro.

Per renderci conto che non è solo il peso che conta, immaginiamo di avere davanti due persone della stessa età, stessa altezza, stesso peso, ma uno dei due è un atleta, quindi con un’importante massa muscolare, l’altro ha uno stile di vita sedentario, quindi molta massa grassa, probabilmente molti liquidi in eccesso, è intuibile che siamo davanti a due realtà ben diverse!

Ci sono diversi tipi di strumenti per analizzare la composizione corporea, personalmente mi avvalgo del BIA 101 Biva della Akern, strumento molto avanzato e sofisticato, valido aiuto per valutare le condizioni generali della persona che ho davanti

Vediamo i principi su cui si basa un’analisi della composizione corporea. Dobbiamo pensare al nostro corpo come ad un cilindro e ai tessuti che lo compongono come a dei conduttori, semiconduttori e isolanti. I liquidi intra ed extracellulari sono ottimi conduttori, mentre il grasso e le ossa sono degli isolanti.Applicando degli elettrodi adesivi in punti precisi del nostro corpo, facciamo passare attraverso dei cavi una corrente alternata a bassa intensità.

Analisi Corporea

L’effetto dovuto alla dissipazione di energia nei tessuti prende il nome di Resistenza (R), la forza che si oppone al passaggio della corrente si chiama Reattanza (Xc). Il bioimpedenziometro misura questi due parametri e calcola la composizione corporea tramite degli appositi algoritmi.

I dati che possiamo ricavare da questo tipo di esame sono molti e importanti:

  • TBW(acqua corporea totale) è il compartimento più grande, che tende a diminuire con l’età.
  • ECW (acqua extracellulare) è composta dai fluidi che troviamo negli spazi tra le cellule, all’interno dei vasi sanguigni, nei tessuti linfatici e nel liquido spinale.
  • FM (massa grassa) la massa grassa è composta dal glicerolo, una sostanza formata dagli acidi grassi. Una certa quantità di grassi è importante come riserva energetica, una parte seve a proteggere gli organi interni. Una percentuale ottimale di massa grassa si aggira tra il 15 e il 23% del peso corporeo e ovviamente dipende dall’età del soggetto.
  • FFM (massa magra) è il compartimento che comprende tutto ciò che non è grasso (scheletro, fluidi corporei, pelle,muscoli, organi . Il valore ottimale è tra il 77 e l’85% del peso corporeo.
  • BCM (massa cellulare corporea) è la parte attiva del nostro corpo, quella che consuma energia, il nostro organismo dovrebbe averne in abbondanza.
  • BMI(indice di massa corporea)è il rapporto tra il peso e l’altezza al quadrato e ci dice se siamo nel normopeso, nel sovrappeso, nell’obesità.
  • BMR (metabolismo basale) ci dice quanto il nostro organismo consuma in termini di Kcal a riposo.

Analisi Corporea

Questa è solo una panoramica molto sintetizzata di quanto un’analisi con bioimpedenziometro può dirci riguardo al nostro stato di salute, non bisogna pensare che sia importante solo se vogliamo intraprendere una dieta dimagrante e quindi seguire il calo di massa grassa, perché ,ricordiamolo,il dimagrimento è questo, non il calo di peso!
La BIA ci permette di seguire i cambiamenti in persone che fanno sport,e che vogliono migliorare la quantità di massa muscolare.
Un’altra applicazione importante della BIA è nel campo della cardiologia e della nefrologia, per valutare lo stato dei liquidi corporei.

Torna Indietro